Il teatro greco-romano di Taormina in una ricostruzione 3d


shutterstock_70417300Messina- Il  team ITLab-IBAM-CNR , formato da . Archeologi, informatici e architetti, coordinato dall’architetto Francesco Gabellone), in collaborazione con il Parco di Naxos-Taormina, diretto dall’arch. Vera Greco, in occasione dello scorso G7 a Taormina, ha realizzato un video della ricostruzione in 3d del teatro greco-romano. 

La ricostruzione è stata realizzata attraverso una sinergia tra tecniche elaborative diverse. La metodologia speditiva di rilievo 3d basata su fotogrammetria da drone e da terra si combina alla tecnologia di modellazione dell’ambiente in 3d, rendendo possibile il montaggio delle diverse parti. L’obiettivo principale del lavoro resta, comunque, la comprensione delle caratteristiche architettoniche del teatro, in una visione d’insieme utile non soltanto agli specialisti e che consente ai visitatori di apprezzare il teatro e la sua storia più di quanto non avvenga già.

Il filmato propone una visione del monumento in due fasi distinte. La prima risalente al primo quarto del II sec. d.C., si occupa di un’imponente ristrutturazione, con l’ampliamento della capacità ricettiva e la costruzione di un ambulacro esterno, oltre alla ricostruzione di tutti i frons scenae. La seconda fase è ascrivibile al III secolo e apporta modifiche strutturali a orchestra ed edificio teatrale, con la trasformazione della prima in un’arena dove far esibire gladiatores e venationes; testimonianza, quest’ultima, di interessi ludici mutati. Non più rappresentazioni teatrali, ma combattimenti e spettacolo.

Oggi utilizzato per concerti e manifestazioni, il teatro greco romano venne realizzato nel III secolo a.C., in epoca ellenistica e rimaneggiato in epoca romana; è il secondo teatro antico per dimensioni in Sicilia dopo il Teatro greco di Siracusa.

La struttura originaria era legata ad un piccolo santuario di cui resta il basamento sul belvedere che sovrasta la cavea.

Una prima ricostruzione dell’edificio si ebbe in età repubblicana o primo Impero, forse sotto Augusto, ma ad un ampliamento nella prima metà del II secolo d.C. risalgono le forme oggi note. L’edificio raggiunse i 109 metri di diametro massimo, con un’orchestra dal diametro di 35 metri, per una capienza di circa 20 000 spettatori.

In pieno e nel tardo Impero l’edificio venne adattato ad ospitare le venationes (spettacoli di lotta tra gladiatori e bestie feroci), trasformandosi in un vero e proprio anfiteatro: l’orchestra venne mutata in arena sostituendo le gradinate inferiori con un corridoio a volta che connetteva ad un ipogeo al centro dello spiazzo, dove le macchine sceniche permettevano gli “effetti speciali” del combattimento. Infine, in epoca tardo antica, venne realizzato il portico alle spalle della scena. Il suo abbandono probabilmente è da ascriversi con l’assedio dei Vandali e con il conseguente decadimento dell’Impero. Durante il Medioevo, l’edificio scenico e le due turris scalae vennero riutilizzate per ricavarne un palazzo privato. Durante il Grand Tour crebbe la fama romantica dell’edificio, un monumento decaduto, attorniato da rigogliosa vegetazione con una inusuale visuale sull’Etna, visuale questa per nulla esistente ai tempi della sua massima estensione, in quanto coperta dagli edifici scenici in muratura.

A partire dagli anni cinquanta il teatro è stato impiegato come struttura teatrale all’aperto per varie forme di spettacolo che spaziano dal teatro ai concerti, dalle cerimonie di premiazione del David di Donatello ai concerti sinfonici, dall’opera lirica al balletto. Dal 1983 è sede di Taormina Arte, manifestazione di spettacoli che si svolge tutti gli anni nel periodo estivo, e del Taormina Film Fest.

Il teatro è stato anche sede di alcune riprese del film La dea dell’amore di Woody Allen.

Nel 2017 il teatro è stato il palcoscenico per dei concerti nonché per la sfilata principale del G7.

What's Your Reaction?
SARCASTICO! SARCASTICO!
1
SARCASTICO!
DELIZIOSO! DELIZIOSO!
1
DELIZIOSO!
LOVE!!! LOVE!!!
0
LOVE!!!
OMG!!! OMG!!!
0
OMG!!!
PAURA!!! PAURA!!!
0
PAURA!!!
LOL! LOL!
0
LOL!
FUNNY! FUNNY!
0
FUNNY!
WIN! WIN!
0
WIN!

Il teatro greco-romano di Taormina in una ricostruzione 3d

log in

reset password

Back to
log in