LILIANA MARIA ENSABELLA … SCRITTRICE DELL’ANIMA!


di Antonio Omero

Incontro la scrittrice Liliana Maria Ensabella alla presentazione del suo ultimo libro “Più persone conosci che ti dimenticano più volte muori” alla Sala Magma di Catania e le chiedo un’intervista per il nostro Portale positivo Buone Notizie dalla Sicilia.tv.

Gentile Liliana Maria, presentati al vario pubblico di videolettori del nostro Portale.

Sono Liliana Maria Ensabella, sono nata a Catania dove vivo con la mia famiglia. Ho compiuto studi commerciali coltivando però, da sempre, una grande passione per la lettura e in particolare di libri a contenuto psicoanalitico, introspettivo e filosofico – religioso. Ho già pubblicato nel 2016 il mio primo libro “L’altra vita” edito da Europa Edizioni.

Nella tua dedica iniziale a tuo padre, riferisci di ascoltare “il rumore che fa il silenzio”… ci vuoi indicare il perché di quest’ascolto?

Sapersi mettere in “ascolto” è il vero atteggiamento che ognuno di noi dovrebbe avere. E’ il passo più difficile ma è quello che ti permette di cogliere la vera essenza della vita. E’ l’unico modo per trovare la consapevolezza di ciò che siamo per accettarsi e accettare gli altri con serenità.

E poi scrivi un pensiero di Salvatore Giuseppe Ensabella “La speranza è una melodia senza parole”. I silenzi, i rumori, le parole, la speranza possono diventare percorso di vita?

La “Speranza” credo sia uno stato d’animo di ascolto! Hai pregato, hai cercato le parole giuste, hai cancellato i rumori della vita che possono essere i rimpianti, le delusioni, gli errori e poi, nel proprio intimo e personale Silenzio Speri! La speranza è un percorso di vita ma molto spesso non ne siamo consapevoli.

“Più persone conosci che ti dimenticano più volte muori” il perché di questo titolo del tuo libro? È un racconto della vita che diventa amara considerazione?

Ho scritto il titolo di questo libro che avevo appena 24 anni e probabilmente non sapevo che sarebbe diventato il titolo del mio romanzo. In un’epoca, questa di oggi, dove si possono avere migliaia di “amici” sui social, si è completamente perso il senso vero dello stare insieme! Ci sono vari modi per morire e uno solo per restare: il ricordo!

Marianna si ritrova a dover fare i conti con sé stessa, a dover nuovamente metabolizzare un lutto, quello del padre che resterà sempre nei suoi pensieri … in che modo?

Marianna crede che noi non siamo solo quello che vediamo ma siamo molto di più. La nostra energia riesce ad oltrepassare i vincoli spazio- temporali. Ci racconta che se solo riuscissimo a trovare il modo di esserne consapevoli, potremmo vivere senza troppo dolore, comunicando con chi non vive più. La sua personale visione della vita non si ferma a questa sola esistenza ma tiene in considerazione la possibilità di poter sentire le altre dimensioni. Marianna , nel precedente libro “L’altra vita”, ci prova aiutandosi con la meditazione e con tutta la forza che sente nel suo animo perché non vuole interrompere quel legame d’amore né con il padre né con la madre. Non le piace la parola “fine” ma considera la fine stessa un cambiamento, un altro modo di vivere i legami affettivi, appunto “L’altra vita”.

Marianna è una sicula doc … ci descrivi il suo modus vivendi? Ama la natura, i colori di essa, i giardini profumati di una terra selvaggia ma tanto amata da chi la viene a visitare. Sempre alla ricerca de “il mistero della vita” che trova in una valigetta?

Marianna è una donna sicula doc, è vero ! Il suo modus vivendi possiamo definirlo come un accordo con se stessa, con l’altra Marianna. Ha un suo stile di vita particolare perché in fondo non le importa quello che di materiale la vita può offrirle ma vuole cogliere l’essenza del vivere. La natura è il suo luogo ideale perché con essa si sente perfettamente in sintonia e si stacca dall’altra sé che, in qualche modo, è obbligata a sentire il peso della materialità. La valigetta sarà in mezzo attraverso il quale capirà “il mistero della vita”.

Marianna viaggia in un passato che le influenzerà la visione del suo presente e persino del suo futuro. Conoscerà i condizionamenti di una guerra divenuta mondiale dove il padre, forse, avrebbe avuto un ruolo determinante, quale?

Il padre, in un periodo storico forte com’è quello della seconda guerra mondiale, sposa le idee di grandezza del nazismo per poi combatterlo. Se il suo ruolo è determinante? Ognuno di noi abbiamo un ruolo e anche il più piccolo, che può sembrare insignificante, aiuta a creare un nuovo equilibrio.

Nella valigetta “misteriosa o magica”, Marianna troverà i luoghi più nascosti della mente umana e comprenderà il segreto della vera immortalità, quale?

La valigetta misteriosa è magica. Quante volte cerchiamo le risposte nel luogo sbagliato?

Il tuo modo di scrivere è semplice e piacevolmente scorrevole, arrivi sia a colpire il cuore sia l’anima del lettore, ti viene naturale tutto ciò o è uno stile di scrittura volutamente semplice per avvicinare alla lettura più persone possibili?

Non c’è nessuna “volontà” nel mio modo di scrivere, è naturale ed esprime me stessa, quello che io sono: una donna semplice, dai molti perché.

“Se dovessi rappresentare la mia gratitudine in un quadro disegnerei l’infinito” questa poetica frase conclude il tuo libro, Tu ti senti in realtà grata a qualcuno?

Trovare tra le persone che mi vogliono bene e a chi essere grata è difficile, perché ognuno mi ha dato qualcosa; ma in effetti, alcune persone ci sono: i miei figli “innamorati” di questa madre scrittrice, mio marito che con la sua ironia canzonatoria ma con grande disponibilità e amore mi è stato vicino; infine mia cugina Francamaria, per me come una mamma, che mi ha supportato, spronato e consigliato. Ogni giorno mi sento grata, la mia parola d’ordine è “Grazie”.

Che ne pensi, in sincerità, del nostro Portale positivo Buone Notizie dalla Sicilia.tv ? Lascia un tuo messaggio personale ai nostri videolettori.

In una società che sembra animata solo da eventi e sentimenti negativi che, giorno dopo giorno, minano il nostro animo dandoci l’idea che ormai nulla vale e non c’è speranza, c’è una “voce” che, invece, spinge all’altruismo, alla solarità, al credere che ogni piccola cosa positiva può diventare un grande stimolo alla gioia. Grazie al portale positivo Buone Notizie dalla Sicilia.tv perché non è una sola “voce” è un coro di gioia!


Like it? Share with your friends!

-1
What's Your Reaction?
SARCASTICO! SARCASTICO!
0
SARCASTICO!
DELIZIOSO! DELIZIOSO!
0
DELIZIOSO!
LOVE!!! LOVE!!!
1
LOVE!!!
OMG!!! OMG!!!
0
OMG!!!
PAURA!!! PAURA!!!
0
PAURA!!!
LOL! LOL!
0
LOL!
FUNNY! FUNNY!
0
FUNNY!
WIN! WIN!
0
WIN!

LILIANA MARIA ENSABELLA … SCRITTRICE DELL’ANIMA!

log in

reset password

Back to
log in