La Sicilia è la regione italiana dove si mangia meglio secondo il New York Times


New-York-timesIl New York Times ha messo naso e cuore nel viaggio in Sicilia: e l’ha riassunto in nove giorni di food-tour. Si parte dal Barocco e dai formaggi di Ragusa e si prosegue con Modica a conoscere erbe, aromi e cioccolato. Poi a Vittoria, tra frantoi di olio e produzione di vino Nero d’Avola e Frappato. Ci sono anche le chiese e i palazzi di Noto (soprattutto a maggio quando ospita l’infiorata, il festival dei fiori), i resti archeologici di Siracusa e il mercato del pesce di Catania. Qui è impossibile non cedere alle tentazioni dello street food locale. Si passa infine da Taormina e poi via, giro sull’Etna e puntatina alle cantine Barone di Viagrande.

Una terra in cui il cibo, la storia, la letteratura e la cultura vivono in simbiosi.  Wcco i piatti tipici che ne hanno decretato il primato:

  • il cannolo: nacque in un castello nei dintorni di Caltanissetta ed è una storia che ha radici in epoca araba.
  • la caponata: nasce dalla religione zoroastriana, con l’avvento degli Arabi in Sicilia.
  • la pasta alla Norma: così chiamata per rendere omaggio a Vincenzo Bellini.
  • arancini e gastronomia da asporto
  • street food.

The Ultimate Italian Road Trip Through Sicily cioè “il viaggio definitivo per l’Italia passa dalla Sicilia”. È il titolo della pagina che la rivista con base a New York “Tasting table” dedica alla Sicilia e il sottotitolo è ancora più bello: of course the birthplace of gelato has extraordinary food (di certo la patria del gelato ha un cibo straordinario).

A promuovere i sapori siciliani è stata la giornalista freelance Meredith Bethune, travel journalist che collabora, oltre che con Tasting Table (testata seguita da oltre 1 milione di fan su facebook), con nomi del calibro di CNN, National Geographic Traveler, Condé Nast Traveler e Vogue.

Per realizzare il suo articolo (leggilo su Tasting Table) la Bethune ha percorso 400 miglia in auto: è stata a Cefalù, Menfi, Licata, Ragusa, Noto e Palermo per andare alla scoperta di una tradizione culinaria fortemente influenzata dalla storia.

La Bethune ha degustato diverse pietanze che ha descritto minuziosamente: dal fritto misto e dagli spaghetti con i ricci degustati a Menfi passando al gelato assaporato a Licata, definito the best marsala-flavored gelato in the world, ovvero il miglior gelato al sapore di liquore marsala del mondo.

A Ragusa la Bethune ha assaggiato anche la scaccia, la tipica focaccia della provincia, mentre ha affermato di aver assaggiato la miglior cassata di tutta l’Isola a Noto. Il suo viaggio è terminato a Palermo, dov’è rimasta folgorata dal mercato di Ballarò e dai suoi colori, sapori e odori.

In sostanza l’idea della giornalista è stata quella di creare un itinerario per i lettori, un cammino per cominciare a esplorare i tesori culinari (letteralmente per grattare la superficie) della Sicilia.

La conclusione è lusinghiera: I’m convinced it’s the best part of the country, at least culinarily speaking, scrive la giornalista: “sono convinta che la Sicilia sia la parte migliore dell’Italia, almeno in senso culinario”.

Per arrivare a questa conclusione la Bethune ha visitato ristoranti e punti di riferimento culinari delle città e dei paesi che ha visitato, descrivendo i piatti gustati e raccomandandoli ai lettori di Tasting Table.

La giornalista ha realizzato anche una mappa (guarda su Google Maps) e ha definito la cucina siciliana unica e in grado di colpire con particolari mix di sapori, dallo speziato al dolce.

What's Your Reaction?
SARCASTICO! SARCASTICO!
10
SARCASTICO!
DELIZIOSO! DELIZIOSO!
11
DELIZIOSO!
LOVE!!! LOVE!!!
67
LOVE!!!
OMG!!! OMG!!!
11
OMG!!!
PAURA!!! PAURA!!!
7
PAURA!!!
LOL! LOL!
32
LOL!
FUNNY! FUNNY!
11
FUNNY!
WIN! WIN!
7
WIN!

La Sicilia è la regione italiana dove si mangia meglio secondo il New York Times

log in

reset password

Back to
log in