Graziana Giunta, l’artista che realizza i gioielli dalle pale dei fico d’India


1384187_10202093343444082_857028035_nEnna- Il fico d’India è uno dei simboli più iconici e affascinanti della Sicilia, non è solo bello da vedere ma il suo frutto ha anche proprietà benefiche per la salute. Dal fico si possono realizzare succhi, risotti, marmellate e tanti altri prodotti.

Accanto a queste qualità si accosta una nuova funzione data dall’artista ennese Graziana Giunta che dalle pale dei fico d’India crea preziosi ed originali gioielli. Gioielli preziosi, fatti né con l’oro né con l’argento ma con una materia prima fornita direttamente da Madre Natura. Le foglie dei fichi d’India infatti possono trasformarsi in bijoux grazie alla fantasia di Graziana, nel suo laboratorio ad Assoro, in provincia di Enna.

Nel suo Atelier Manituanal’artista sensibile al riciclo e alla salvaguardia dell’ambiente, crea dai materiali da riciclo: dalla plastica ai pezzi di motori di automobili dismesse, dalle comunissime bottiglie di plastica (che hanno dato vita ad una serie di lampade, candelieri e alberi di natale). Oggetti tutti ritornati a nuova vita.

«Le fibre essiccate delle pale dei fichi d’india le utilizzavo già dai tempi del liceo come superficie per i miei lavori grafici. Un giorno, mentre ero in atelier – ricorda Graziana – me le sono ritrovate davanti intrise di colori, piene di sfumature di vernici, ormai inutilizzabili in quel modo e ho subito pensato che era una materia prima perfetta per farne dei gioielli molto particolari». Così nascono oggetti di design e collezioni di orecchini, bracciali e collane.

Si parte facendo essiccare la foglia raccolta dalla macchia di fichi d’India. Questa con il tempo perde i liquidi di pianta grassa. Rimane così la parte fibrosa di cui viene scelto il pezzo resistente e più legnoso. La pala è più spessa nella parte più bassa, mentre risalendo diventa più fine e quindi meno adatta a questo tipo di rielaborazione.Scelto il pezzo, viene ripulito dai residui di terra, trattato con il colore, delle vernici, tagliato a pezzi più piccoli e nelle forme volute e infine poi montato come collane, anelli e orecchini.  Così, è nata la linea Siku, combinazione che nasce dal nome latino della pianta e della Sicilia».

“Ho sempre cercato di mettere un frammento di sicilianità nei miei lavori, mi piaceva l’idea di donare un pezzo della mia terra a chi acquistava un mio lavoro, così nei quadri utilizzavo spesso la polvere lavica dell’Etna, negli elaborati grafici le tessiture delle pale di fichi d’India e adesso utilizzo la pianta vera e propria che non solo ha delle ottime proprietà curative ma in questo caso si è trasformata in un oggetto di ornamento, pensiamo già all’idea di creare dei pezzi di arredamento” ha raccontato Graziana.

La fibra di fico d’india, trasformata in bijoux, sta rivoluzionando il design e la moda ecosostenibile.

Le sue produzioni si trovano, oltre all’atelier Manituana di Assoro, anche a Scicli e a Palermo. proprio nel capoluogo, in occasione dell’elezione di Capitale italiana della cultura, l’atista ennese ha realizzato diversi progetti.

Ecco alcune delle sue creazioni:

Fonte: https://www.greenme.it/consumare/mode-e-abbigliamento/22210-artista-siciliana-gioielli-fico-india

https://www.sicilymag.it/le-piccole-gioie-della-natura-di-graziana-giunta.htm

What's Your Reaction?
SARCASTICO! SARCASTICO!
0
SARCASTICO!
DELIZIOSO! DELIZIOSO!
0
DELIZIOSO!
LOVE!!! LOVE!!!
2
LOVE!!!
OMG!!! OMG!!!
0
OMG!!!
PAURA!!! PAURA!!!
0
PAURA!!!
LOL! LOL!
0
LOL!
FUNNY! FUNNY!
0
FUNNY!
WIN! WIN!
0
WIN!

Graziana Giunta, l’artista che realizza i gioielli dalle pale dei fico d’India

log in

reset password

Back to
log in