Federica Nardo vince il terzo premio di megalettrice all’Italian book Challenge


Condividi con noi

I dati parlano chiaro: meno di metà della popolazione nel nostro Paese legge libri. E per di più la lettura di libri nel tempo libero è in forte calo. Abbiamo perso 3 milioni e 300 mila lettori dal 2010 ad oggi. È un problema serio che va affrontato.  Nel 2016, infatti, solo un terzo degli uomini legge libri contro quasi la metà delle donne. E gli uomini stanno ancora sotto di molti punti del livello di lettura delle donne di 20 anni fa. È crisi tra i giovanissimi: metà non legge, e se non si legge da giovani difficilmente si leggerà da adulti. La causa è in parte data alla lettura di contenuti sui media digitali, una lettura più breve, più veloce e anche più discontinua e meno impegnativa.

Fondamentalmente siamo un Paese in cui la lettura non ha mai realmente sfondato, abbiamo livelli più bassi rispetto ad altri Paesi europei, e con grandi differenze territoriali, 20 punti percentuali a svantaggio del Sud e grandi differenze sociali.

Lo sosteneva il compianto illustre linguista Tullio De Mauro che dobbiamo «sconfiggere l’analfabetismo di ritorno», battere sulla formazione degli adulti, sulla riduzione delle disuguaglianze, perché la lettura possa riprendere a crescere. Ciascuno di noi può fare molto per investire in questa ricchezza, perchè una delle risorse, anche economiche, più durevoli e promettenti del nostro Paese è proprio la cultura.

Tra i fautori di questo cambiamento si può annoverare sicuramente Federica Nardo, che ha partecipato all’Italian Book Challenge è un concorso per lettori ideato da Serena Casini della Libreria Volante di Lecco. L’iniziativa è subito piaciuta a varie librerie indipendenti sul territorio nazionale, alla fine hanno aderito ben 183 in tutta Italia. Il concorso è nato per incentivare la lettura: grazie a quest’iniziativa molti giovani hanno riscoperto il piacere di leggere, un po’ aiutati dall’aspetto ludico del concorso. Le categorie della scheda del concorso erano 50, tutte diversissime tra loro, da completare in 8 mesi circa. Federica Nardo è arrivata terza, con più di 5000 partecipanti, grazie al supporto delle libraie della Libreria Vicolo Stretto di Catania. La venticinquenne siciliana a gennaio è stata proclamata “megalettrice nazionale”.

Federica Nardo nasce ad Avola, nel 1992. Ha vissuto tra Pachino e Catania. Frequenta la facoltà di Giurisprudenza italo-francese dividendosi tra Firenze e Parigi. Ama la storia e la cultura francese, i viaggi e la letteratura classica.  Si diletta a creare mondi paralleli e personaggi fantastici che popolano la sua fantasia e invadono le righe di interi quaderni nelle grigie giornate di pioggia.  Spinta da quests pulsione scrive il suo primo romanzo di narrativa di ambientazione storica incentrato sulla figura di Napoleone Bonaparte che viene pubblicato nel 2014 realizzando così il suo più grande sogno. Continua poi con la stesura di alcuni racconti brevi, anch’essi di narrativa di ambientazione storica, tra i quali “Le ombre di Alden Biesen” proclamato vincitore nell’estate del 2016 del premio europeo storytellers “DARTS” nella categoria “most liked internet prize” indetto dalla Comunità Europea e Creative Europe.

Attualmente ha appena concluso la stesura del suo secondo romanzo, Mare, sequel di Neve e sta per conseguire l’ambita laurea. Ciononostante ha manifestato l’intenzione di partecipare alla prossima edizione del campionato italiano di lettori, sperando di raggiungere la vetta più alta del podio. Nell’edizione 2018, non ci sarà più una scheda da 50 libri, ma una con due opzioni di scelta rispettivamente 100 categorie o 35. La nostra Federica parteciperà a quest’ultima.

Non ci resta che fare i complimenti a questa eccellenza nostrana e augurarle una fulgida carriera.

What's Your Reaction?
SARCASTICO! SARCASTICO!
0
SARCASTICO!
DELIZIOSO! DELIZIOSO!
0
DELIZIOSO!
LOVE!!! LOVE!!!
0
LOVE!!!
OMG!!! OMG!!!
0
OMG!!!
PAURA!!! PAURA!!!
0
PAURA!!!
LOL! LOL!
1
LOL!
FUNNY! FUNNY!
0
FUNNY!
WIN! WIN!
1
WIN!

Federica Nardo vince il terzo premio di megalettrice all’Italian book Challenge

log in

reset password

Back to
log in