Donne siciliane eccellenti: Giorgia Butera e il suo progetto umanitario


Condividi con noi

Un curriculum che dice molto sulla sua professionalità e fa trasparire la sua grande umanità, competenza e voglia di aiutare fattivamente il prossimo.

Giorgia è l’emblema di tante di quelle donne che non si fermano e che sono impegnate in tantissimi progetti.

Nata a Palermo il 7 Agosto 1976, laureata in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli Studi “Carlo Bo” di Urbino; specializzatasi  in Sociologia, Indirizzo Comunicazione e Mass Media, all’Università degli Studi di Roma, “La Sapienza”; Sociologa della Comunicazione, Scrittrice ed Advocacy. Dal 2014 è Presidente  della Comunità Internazionale “Sono Bambina, Non Una Sposa”; dal 2015 è Presidente Mete Onlus; dal 2015 interviene in occasione degli sbarchi lungo le coste siciliane; dal 2015 è membro della “ONG: Girls Not Brides”; nel 2015 è stata Componente della  Delegazione per Missione a tutela dei Diritti Umani in Marocco; dal 2015 interviene nelle varie sessioni al Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite a Ginevra; nel 2016 è intervenuta al “World Social Forum” di Montreal; dal 2016 è membro fondatore de “OSPDH: Comitato Internazionale per le vittime di Tindouf”. Ha pubblicato: 3 biografie, 14 ricerche socio-culturali, 3 studi umanistici internazionali, 4 conference proceedings, 3 book-reviews, 3 contributed books, 1 pubblicazione internazionale, 1 romanzo, 1 proposta programmatica per attuazione decreto  legislativo, 2 citazioni in tesi di laurea, 1 piano educativo-formativo, 3 Campagne Sociali Internazionali ideate e condotte.

Non solo tanti titoli, ma tanta qualità.

E’ appena uscita la sua nuova pubblicazione indipendente dal titolo “Via Serradifalco, 190. Il mio impegno per la Civiltà, la Democrazia e la Pace”. Un testo autobiografico che ha fatto nascere in lei l’amore nei confronti di Nelson Mandela, e dell’Apharteid. Il Libro è dedicato a tutti i Bambini e le Bambine del mondo e  alle Donne che vivono, in costrizione, nei Campi di Tindouf.

Il prossimo 16 marzo alle 17,00 presso l’Hotel Royal di Catania, in via A. DI SAN GIULIANO 337, si terrà la Conference istituzionale riguardante  la presentazione del libro, organizzata da Mete  in collaborazione con Rainbowweb.

Interverranno assieme all’autrice Mariolina Malgioglio,avvocato e criminologia; Rosanna La Malfa, CEO di Rainbowweb; Giovanna Nastasi, docente e scrittrice; Maricia Roccaro, medico e Presidente di Humanity onlus. A moderare l’incontro  sarà Giovanni Polito. Durante l’incontro sarà presentato anche il Poster, realizzato in grafica da Rosanna La Malfa, del Progetto Internazionale a Tutela dei Diritti Minorili nel Mondo,  di cui la Butera si sta occupando, e che grazie alla  collaborazione con la Sac Società Aeroporto Catania spa, sarà esposto nello scalo catanese.presentazione16Marzoquadrato

Giorgia ha dato vita al “Progetto Internazionale a Tutela dei Diritti Minorili nel Mondo” collaborando con l’Ecpat, l’organismo internazionale che da 70 anni si occupa di abusi sessuali sui bambini, e col “comitato scientifico”. Giorgia Butera ha chiesto la collaborazione al Consiglio dei Diritti umani delle Nazioni Unite di Ginevra e anche al World Social forum di Montreal.

Un progetto che prosegue il “messaggio di civiltà” riguardante il turismo sessuale minorile. Il progetto è lanciato già  nel giugno 2016 a Palermo con due grandi poster all’interno dell’aeroporto internazionale “Falcone-Borsellino” per ribadire, riconfermare e urlare al mondo che, partire per fare turismo sessuale minorile, è un crimine contro l’umanità.

A far parte del comitato, oltre a Giorgia  sono: Tiziana Barella, responsabile scientifico osservatorio giuridico italiano, Sara Baresi, Presidente Protea, associazione per la tutela dei diritti dell’uomo e consulente per Mete onlus per i paesi del Maghreb, Valentina Vivona, psicologa SPRAR e CCD per Mete onlus, il Prof. Alessandro Meluzzi. 

Sempre in viaggio, sempre pronta a realizzare un nuovo progetto Giorgia è così: una donna che ha voluto dedicare la sua vita e la sua attività alla salvaguardia dei diritti delle categorie più  deboli.

In questo 8 marzo vogliamo farvi conoscere lei e i suoi progetti, proponendola come modello di eccellente donna siciliana da seguire e perseguire per celebrare la festa dei diritti che le donne dovrebbero avere.

Riconoscimenti e Premi 

  • Lettera di Encomio, dal Presidente del Senato della Repubblica, Sen. Pietro Grasso (2014)
  • Lettera di Encomio, dal Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini (2014)
  • Lettera di Encomio,  dall’Ex Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano (2014)
  • Lettera di Apprezzamento da parte della Fondazione Rita Levi Montalcini (2014)
  • Lettera di Apprezzamento da parte del Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale, Direzione Generale per gli Affari Politici e di Sicurezza, Ufficio II (Diritti Umani) (2014)
  • Lettera di Encomio, dal Presidente del Senato della Repubblica, Sen. Pietro Grasso (2015)
  • Riconoscimento dalla ONG Girls Not Brides, divenendo parte per l’impegno e la tutela nei confronti Spose Bambine (2015)
  • Targa di Merito da parte del Sindaco di Palermo, Professore Leoluca Orlando (2016)
  • “La Medaglia del Presidente della Repubblica” da parte del Presidente, Sergio Mattarella (2016)
  • Lettera di Encomio dalla Professoressa Luisa Corazza, Consulente per le Questioni Sociali del    Presidente della Repubblica (2016)
  • Riconoscimento al “World Social Forum” di Montreal, divenendo membro fondatore del “Comitato Internazionale per le vittime di Tindouf” (2016)
  • “Premio Donna Siciliana 2017 per l’impegno nel Sociale e nella Comunicazione”

Vedi anche: http://www.giorgiabutera.it/advocacy/ – http://www.meteassociazione.it 

What's Your Reaction?
SARCASTICO! SARCASTICO!
0
SARCASTICO!
DELIZIOSO! DELIZIOSO!
0
DELIZIOSO!
LOVE!!! LOVE!!!
1
LOVE!!!
OMG!!! OMG!!!
0
OMG!!!
PAURA!!! PAURA!!!
0
PAURA!!!
LOL! LOL!
0
LOL!
FUNNY! FUNNY!
0
FUNNY!
WIN! WIN!
0
WIN!

Donne siciliane eccellenti: Giorgia Butera e il suo progetto umanitario

log in

reset password

Back to
log in