Donne Siciliane e i loro progetti: Roberta Conigliaro


Messina- Roberta Conigliaro, Presidente e fondatrice de “In viaggio con Goethe”, dopo essersi occupata della gestione di una struttura turistica familiare nella costa tirrenica della provincia di Messina per circa 10 anni, ha compreso cosa desidera il turista che viene a visitare la Sicilia, e cosa invece offrono i nostri territori in termini di servizi e disservizi.

Alcuni anni fa la svolta, quando da professionista studiando un bando Fers 2007/2013, si è imbattuta in una serie di discrepanze tra varie parti della Sicilia che avevano saputo attrarre i finanziamenti in un partnariato pubblico/privato e creare sviluppo turistico, ed altre no; da qui la decisione di creare una rete che funzionasse come un’azienda itinerante che approcciasse tematiche di sviluppo in varie parti della Sicilia e non, come accade promuovendo solo le zone di nostro interesse lavorativo ed abitativo.

Nasce così il progetto de “In viaggio con Goethe”, filosofia di recupero dell’ entroterra siciliano, che vuole, attraverso uno studio capillare, porre attenzione su intere aree della Sicilia in parte abbandonate ad un declino sociale e ad un lento ma inesorabile spopolamento, pur avendo nelle loro bellezze paesaggistiche ed artistiche un grosso potenziale che non riescono a sfruttare.

Il progetto, dopo quasi 3 anni di studio ed analisi, parte nel febbraio 2017 da Malvagna  e dai Borghi dell’Alcantara, che seppur racchiusi tra i due colossi Taormina – Etna, stentano a decollare ed ad avere una loro mission e una vera e propria vocazione turistica e di sviluppo.

Attraverso questo format, Roberta coadiuvata da un team, vuol costruire brand territoriali ed avviare tutta una serie di attività a misura di turista che hanno nel Turismo Relazionale la loro essenza, coinvolgendo come soggetti attivi proprio le aziende, le associazioni, e gli operatori turistici dei territori che compongono la filiera turistica.

L’immagine o i ricordi che hanno della nostra isola è un collage di suoni, sapori, odori, cibo e musica e si sposa con il sentirsi per pochi giorni o un mese parte di questa terra magica, pur con le enormi carenze che le strutture ricettive e le comunità  locali  offrono.

In Viaggio con Goethe,  vuol essere un esperimento collettivo di un  gruppo di professionisti che partendo da  Messina e coinvolgendo altri professionisti da varie zone della regione, vuol essere un supporto alla creazione di nuove attività per tutti i territori siciliani.

Unendo la passione per la propria terra con le conoscenze architettoniche, naturali, di marketing aziendale e turistico, di sviluppo di piani mirati di progetti europei e regionali, al contempo si  sviluppano  piccole  e medie realtà locali,  impegnandosi  per la promozione turistica ed economica della Sicilia, attraverso tutti gli strumenti di Marketing e della comunicazione.

L’obiettivo è creare una rete tra associazioni e rappresentanti di categorie che possano offrire tutta una serie di servizi al turista e agli operatori turistici, oltre che forme alternative di esplorazione al territorio e supportiamo i giovani nella nascita di attività agrarie, commerciali e turistiche attraverso tutta una serie di consulenze e supporto tecnico. Una rete  per avviare tutta una serie di eventi, manifestazioni, mostre, sagre, e promuovere le eccellenze di ciascun territorio. E soprattutto costruire segmenti di turismo non convenzionale, per un target di nicchia, e allo stesso tempo dare una  serie di servizi e supporto alle aziende, agricole, artigiane, enogastronomiche delle varie comunità che diventano parte di un’offerta turistica a misura del nuovo visitatore, accolto come membro delle famiglie dei  Borghi e indotto a costruire legami ed esperienze reali con lo stile di vita dei luoghi.

Dopo Malvagna, nell’ Alto Alcantara, il progettoè stato presentato a Francavilla di Sicilia (Me) Valle Regia,  e a fine mese a Roccafiorita nella Valle d’Agro’,  il più piccolo comune  della Sicilia, convinti che, unendo le due valli d’Agro’ ed Alcantara, si possa riuscire a sviluppare insieme due grosse realtà come il tratto di costa jonica tra Messina e Catania e tutto l’entroterra che vede, in minuscoli paesi arroccati e poco conosciuti, la vera essenza della bellezza dei nostri territori rurali.

Creare una rete sinergica tra l’area messinese e quella catanese dell’entroterra, contornato da parchi e oasi potrebbe far diventare l’a zona  il terzo polo turistico della Sicilia dopo il sud Est Siracusa Ragusa e l’estremo lembo occidentale di Trapani e le Egadi, che assieme all’itinerario Arabo Normanno di Palermo da un lato e la valle dei Tempi di  Agrigento, si spartiscono la quasi totalità dei nostri flussi turistici mondiali.

Resta il turismo stagionale, le isole Eolie, o le escursioni all’Etna e dintorni, ma non sufficiente ad attrarre investimenti continuativi e ad essere trainante per interi settori produttivi, poiche’ troppo limitati nel tempo.

Nasce cosi’ in maniera itinerante “La Sicilia sconosciuta….Viaggio attraverso i piccoli Borghi dell’entroterra siciliano…valorizzazione e promozione di Turismo del benessere, Agricoltura sociale e didattica, Promozione delle eccellenze tipiche, marketing territoriale, creazione di distretti produttivi e manifatturieri, incentivazione di nuove forme di arti e attività collegate alle identità locali, ecc., che attraverso un calendario costante, intendono riproporre attrazioni ed  eventi capaci di destagionalizzare i flussi turistici e sviluppare quei comparti non ancora sviluppati.

Un bel progetto, nato dalla voglia di una donna siciliana che ama profondamente il proprio territorio e si spende  per valorizzarlo.

 

What's Your Reaction?
SARCASTICO! SARCASTICO!
0
SARCASTICO!
DELIZIOSO! DELIZIOSO!
0
DELIZIOSO!
LOVE!!! LOVE!!!
0
LOVE!!!
OMG!!! OMG!!!
0
OMG!!!
PAURA!!! PAURA!!!
0
PAURA!!!
LOL! LOL!
0
LOL!
FUNNY! FUNNY!
0
FUNNY!
WIN! WIN!
0
WIN!

Donne Siciliane e i loro progetti: Roberta Conigliaro

log in

reset password

Back to
log in