Il viaggio in Sicilia in bicicletta di Marco e Tommaso attraverso i presidi Slowfood

Viaggio in SiciliaSono partiti il 4 giugno con un progetto ardito: un viaggio in Sicilia attraverso i presidi Slowfood in bicicletta: per scoprire, osservare, toccare, assaggiare, per riflettere. Un progetto fotografico anomalo che porta i due protagonisti a conoscere la propria terra in maniera più diretta. Un racconto inedito della loro terra all’insegna dello sviluppo eco sostenibile.

Il messinese Marco Crupi e Tommaso Ragonese hanno deciso di visitare oltre 90 località in tutta la Sicilia;  vogliono avere tempo, il tempo di interiorizzare e, se possibile, di trasmettere qualcosa a chi li segue. Obiettivo che perseguiranno al meglio, da fotografo ambasciatore Panasonic, l’uno, e scrittore con formazione socio-economica. Hanno intrsapresio un’esperienza avventurosa,“intro-” ed “estro-” spettiva, che si concluderà a fine Agosto. Due mesi pieni di pedalate, salite ecc,  cercando di riabituare l’occhio del mondo globale e del turismo mordi e fuggi si è ormai disabituato a cogliere: un viaggio critico che può svelare la chiave di lettura per non essere travolti dalla spersonalizzazione globale. I due amici, che gestiscono anche il sito di viaggi Meaningful Travels, vogliono andare oltre la guida turistica, dove l’occhio del turista non arriva e quello del siciliano è troppo assuefatto o distratto per arrivare. Vogliono raccogliere testimonianze di ciò che non riceve l’attenzione che merita e che loro vogliono non fosse dimenticato. «Sarà un grande lavoro di documentazione – dice Marco – che intendo portare avanti anche in futuro. Cercherò di tornare nei luoghi in cui sono stato in differenti periodi dell’anno o in occasione di eventi particolari come le feste religiose». «Abbiamo studiato un itinerario – continua – in collaborazione con Slow Food, con docenti universitari, esperti locali e conoscenti in tutta la Sicilia. Abbiamo letto, abbiamo cercato e studiato alla ricerca di materiale che ci aiuti ad inquadrare e mettere in prospettiva il nostro progetto. Ma, cosa più importante di tutte, il nostro itinerario è soggetto ai cambiamenti dettati dagli imprevisti, da incontri fortuiti, dalle informazioni che ci perverranno durante il percorso». E non solo Marco realizzerà un workshop fotografico itinerante gratuito nei luoghi che visiteremo durante questa avventura.

Tommaso nel descrivere il progetto ha scritto: “Raccontare la Sicilia al massimo delle nostre possibilità. Riconoscere gli aspetti che legano i nostri conterranei al loro territorio e li contraddistinguono (dai pescatori di Capo Peloro a Messina ai pastori delle Madonie)”; è possibile leggere il testo completo al seguente link: Viaggio in Sicilia. Il nostro viaggio  – dice Tommaso – si svolgerà in bicicletta, con pannelli solari e power bank per la carica delle apparecchiature elettroniche, l’impegno a non utilizzare plastica di alcun genere e generare zero rifiuti non riciclabili, utilizzare acqua e risorse responsabilmente e dare visibilità a chi condivide e mette in pratica le stesse idee».

Un tour alla scoperta di una terra magnifica, delle proprie radici e di tradizioni locali che sono la vera chiave per sopravvivere alla globalizzazione. Il tutto in sella ad una bicicletta.

(Fonte: http://www.letteraemme.it/2017/06/01/viaggio-sicilia-un-tour-bicicletta-mostrare-lisola-nascosta/).

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

code