Torna in Sicilia il Giro di Italia il 9 e 10 maggio



L’atto di nascita ufficioso del Giro d’Italia è un telegramma datato 5 agosto 1908: il destinatario era Eugenio Camillo Costamagna, direttore della Gazzetta dello Sport, il firmatario era Tullio Morgagni, giornalista ed amministratore dello stesso giornale. La notizia-bomba era l’invenzione da parte del Corriere della Sera di una gara a tappe in bicicletta tra i migliori ciclisti del momento, imitando il Tour dei Francesi e collegandola allo stesso tempo al Giro d’Italia automobilistico. Da lì in poi divenne un appuntamento immancabile e amato dagli italiani.

Nel 2017 il Giro d’Italia giunge alla sua centesima edizione e, per festeggiare, ha inserito nel percorso 2017 tutte le cime che hanno fatto la storia della gara. Il fatto che il Giro tocchi la Sicilia è una circostanza straordinaria. Non accadeva dal 2011.

L‘Etna, proprio in quell’anno, era stata protagonista dando la vittoria ad Alberto Contador. Quest’anno il vulcano verrà percorso due volte: nella quarta tappa si arriverà dai Nebrodi, Gpm Portelle Femmina Morta, a 1.524 metri sul livello del mare, per poi scendere, raggiungere Randazzo e Bronte, fino a Biancavilla e poi risalire da Nicolosi, verso Rifugio Sapienza, quota 1.892. Quest’ultima ascesa sarà lunga ben 18 chilometri.

Dopo le prime tappe in Sardegna, si parte il 9 maggio (180 km) dalla costa di Cefalù per raggiungere le alte quote del Rifugio Sapienza. Sono due dunque le tappe previste nell’isola: la quarta, partenza da Cefalù e arrivo al Rifugio Sapienza, dopo 180 chilometri; e la quinta da Pedara a Messina, lunghezza 157 chilometri.

Ecco nel dettaglio i territori e i Comuni che potranno godere dell’evento:

Quarta tappa 9 maggio: Cefalù, Finale, Castel di Tusa, Santo Stefano di Camastra, Marina di Caronia, Acquedolci, bivio per San Fratello, San Fratello, Portella Femmina Morta gran premio della montagna, Cesarò, bivio per Randazzo, Bronte, Passo Zingaro, Adrano, Biancavilla, Santa Maria di Licodia, Ragalna, Nicolosi, Rifugio Sapienza.

Quinta tappa 10 maggio: la tappa riprende attraversando alcuni centri urbani alle pendici dell’Etna. Superati i tipici ostacoli che una tappa urbana presenta, si prosegue a ritmo sostenuto nella Valle dell’Alcantara prima di raggiungere Taormina. Volata finale lunga la costa messinese. Le città che saranno attraversate sono: Pedara, San Pietro Clarenza, Sant’Agata Li Battiati, San Giovanni La Punta, Trecastagni, Zafferana Etnea, Milo, Fornazzo, Vena, Piedimonte Etneo, Linguaglossa, Castiglione di Sicilia, Francavilla di Sicilia, Gaggi, Giardini Naxos, Taormina, Letojanni, Santa Teresa di Riva, Roccalumera, Alì Terme, Scaletta Marina, Ponte Santo Stefano, Tremestieri, Messina. Nella quinta tappa le salite, meno impegnative, saranno due: quella che da San Giovanni La Punta sale verso Trecastagni, Zafferana e Milo – con unico Gpm di giornata nella frazione di Fornazzo, a 980 metri sul livello del mare – e la salita da Piedimonte Etneo verso Castiglione di Sicilia. Poi giù in picchiata verso il mare, con l’unico scoglio la salita di Taormina. Ma gli ultimi 50 chilometri sono pianeggianti fino a Messina.

Per info vai su: http://www.giroditalia.it/it/percorso/.

Speriamo anche in un nuovo importante trionfo per il nostro corregionale, il messinese Vincenzo Nibali, detentore del titolo e non solo.


What's Your Reaction?
SARCASTICO! SARCASTICO!
0
SARCASTICO!
DELIZIOSO! DELIZIOSO!
0
DELIZIOSO!
LOVE!!! LOVE!!!
0
LOVE!!!
OMG!!! OMG!!!
0
OMG!!!
PAURA!!! PAURA!!!
0
PAURA!!!
LOL! LOL!
0
LOL!
FUNNY! FUNNY!
0
FUNNY!
WIN! WIN!
0
WIN!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Torna in Sicilia il Giro di Italia il 9 e 10 maggio

log in

Don't have an account?
sign up

reset password

Back to
log in

sign up

Captcha!
Back to
log in