In Sicilia nasce il turismo delle capre


pascolo

20110222105918-d608f33b-864x400_cCentoventi caprette girgentane doc, preziosa razza autoctona in via d’estinzione, animali mitici in quanto nutrici del dio Zeus.

Il suo nome deriva da Girgenti (oggi Agrigento) ed è assolutamente inconfondibile per le lunghissime corna a spirale (o a turacciolo). Il pelo e le corna ricordano soggetti asiatici ancora viventi allo stato selvatico e la sua origine, secondo alcuni, va ricercata fra le capre del Tibet (nella zona dell’Himalaya). Altri la ricollegano alla Mark-hor, detta anche Falconeri, dal nome di Falconer, il naturalista inglese che per primo la notò nell’Afghanistan settentrionale e nel Belucistan. L’importazione dei primi soggetti asiatici è attribuita agli Arabi (nell’800 d.C.), quando toccarono il porto di Marsala per diffondersi nel versante sud-occidentale della Sicilia. È una capra di taglia media con pelo lungo, folto e bianco, talvolta maculato. Sul mento ha una barbetta e, sulla fronte, un ciuffo folto, che gli allevatori tagliano “a frangetta” (con l’eccezione del caprone). La bellezza di questo animale è legata innanzitutto alla presenza di corna in entrambi i sessi: corna erette e unite alla base, che nei maschi possono raggiungere i 70 cm. Ancora oggi si dedica molto tempo alla loro cura: si bagnano in acqua calda e si infilano in tubi di ferro avvolti nel panno per disegnare la forma a spirale più regolare possibile, evitando la loro divaricazione. La girgentana è allevata al pascolo (con l’integrazione di fave, orzo, avena, carrubo) e, la sera, viene ricoverata in stalla e legata. Il suo latte, rinomato per la qualità dovuta all’ottimo equilibrio tra grasso e proteine, è stato destinato da sempre al consumo diretto. Negli anni Venti e Trenta gli allevatori passavano di casa in casa, vendendolo direttamente: in pratica si mungeva porta a porta. Si trattava di allevamenti spesso in purezza, situati in periferia o all’interno della città stessa.

E’ con le capre girgentane che si può vivere una delle prime Experience Airbnb, nuovo settore che il colosso dell’ospitalità lancia in tutta Italia con l’occasione per il turista di vivere esperienze offerte da persone del luogo. Sono 1500 le proposte online: natura, sport, arte, intrattenimento, artigianato, con il cibo in tutte le sue forme a farla da padrone (57% degli acquisti).

Basta prenotare ed eccoci al pascolo, poi nelle stalle per la mungitura, fino in caseificio a preparare il “Tumazzo”, il tradizionale formaggio primo sale stufato nel siero della ricotta. «Per noi – racconta Valeria, che gestisce una struttura nell’agrigentino – tutto è cominciato otto anni fa, quando per i bambini abbiamo preso quattro caprette. Eravamo stati lontani tanti anni dalla Sicilia per studio e lavoro, ma sognavamo qualcosa che ci legasse alla nostra terra. Così da quattro le capre sono diventate 10, poi 15. E ci siamo ritrovati in un’altra vita», sorride.

L’Experience è infatti anche un modo per difendere il Made in Italy, supportando il proprio business. Come per Giuseppe, 31 anni, laurea in ingegneria, che oggi produce olio extra vergine d’oliva a Bruca, nel Trapanese. Su Airbnb propone una full immersion nella campagna, dai terreni al frantoio fino alla tavola.

E c’è chi sfrutta l’occasione delle Experience per sperimentare. Come Corrado, che nel 2007 con sua moglie lascia Milano e un lavoro dietro la scrivania per tornare a Noto, a coltivare la terra. Anche lui parte dall’olio, poi il pomodoro datterino. «Ora – dice – stiamo provando il siccagnu, l’unica cultivar autoctona siciliana, che noi coltiviamo senza stressare la pianta, ma rispettando i tempi della natura». Agli ospiti offre un assaggio di vita nell’orto e il rito quasi ancestrale della preparazione della salsa. E mentre il pentolone bolle c’è tempo per conoscersi. Per gli ospiti, un vasetto e una ricetta da portare a casa.

 Vedi anche: http://www.buonenotiziedallasicilia.tv/lidea-giovanni-guastella-dellorto-affitto/

What's Your Reaction?
SARCASTICO! SARCASTICO!
0
SARCASTICO!
DELIZIOSO! DELIZIOSO!
0
DELIZIOSO!
LOVE!!! LOVE!!!
0
LOVE!!!
OMG!!! OMG!!!
0
OMG!!!
PAURA!!! PAURA!!!
0
PAURA!!!
LOL! LOL!
0
LOL!
FUNNY! FUNNY!
0
FUNNY!
WIN! WIN!
0
WIN!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

In Sicilia nasce il turismo delle capre

log in

Don't have an account?
sign up

reset password

Back to
log in

sign up

Captcha!
Back to
log in