Intervista ad ANNA FUOTI … il digitale a portata di mano!


31932297_10215613785518822_4946201564910977024_o

 di Antonio Omero

19511599_1314677671983196_5497553153952599611_nAnna Fuoti, presentati ai nostri Videolettori di Buone Notizie dalla Sicilia.

Salve a tutti, sono Anna, 28 anni, Digital Coach, consulente del turismo e Community Manager per Google Italia, da sempre impegnata nella lotta per la promozione e la riqualificazione della Sicilia imprenditoriale e non e la realizzazione ed affermazione delle donne nella società e nel lavoro.

Nella vita sei una digital coach e ti occupi di far conoscere i nuovi strumenti digitali a disposizione delle aziende, ma porti avanti, anche, un progetto di inclusione delle donne nel mondo – sia lavorativo sia sociale. Parlaci di queste due interessanti attività.

Il guru del marketing, Seth Godin, descrive il Digital Coach come “un freelancer che di solito lavora con imprenditori, piccoli gruppi o aziende per insegnare loro come migliorare drasticamente la produttività o la propria presenza sul mercato con la tecnologia“. Qualche esempio? Può organizzare il calendario Google del cliente per raggiungere una pianificazione ottimizzata grazie al time blocking, può potenziare il telefono cellulare settando alcune funzioni o applicazioni funzionali alla vita dell’imprenditore, o insegna come utilizzare il blog aziendale o personale e Facebook per la corretta connessione al proprio pubblico. Sviluppa strategie d’impresa per creare e rafforzare l’identità di brand ( la cosiddetta Brand Identity) e aumentarne la reputazione e la risonanza (Brand Reputation e Brand Awareness) negli spazi web attraverso una progettazione coordinata tra offline e online. In definitiva, è una figura strategica che opera in sinergia con i vari reparti dell’azienda o della pubblica amministrazione per sviluppare nuovi servizi, progetti e campagne di comunicazione online. Il progetto di inclusione delle donne nei vari ambiti lavorativi e sociali nasce dalle mie esperienze dirette; essere una donna non è sempre facile, soprattutto quando si vuole qualcosa di più dalla vita. Quello che più mi faceva male era il senso di impotenza e solitudine che accompagnava questa questa impasse. Oggi, piano piano, le cose iniziano a migliorare ed io voglio essere promotrice di questa forza di rinnovamento e innovazione. La donna siciliana -e non- ne ha bisogno, perché deve imparare a credere in se stessa e nelle sue potenzialità. Io sono qui per mettere a disposizione di queste persone gli strumenti adatti per farlo. Per questo nasce L.I.D -Ladies in Digital.

Che cos’è L.I.D -Ladies in Digital e qual è il suo scopo formativo?

L.I.D – Ladies In Digital, sono io -in fondo. Vuole essere un movimento di rinascita, di Rinascimento misto al giusto femminismo 4.0. Quello che L.I.D vuole fare è dare una nuova consapevolezza di se per portare tutti a dare sempre il meglio. Un boost di autostima, insomma! L.I.D è un movimento, una forza motivatrice e innovatrice, una ventata di freschezza nel panorama imprenditoriale e formativo femminile siciliano. Una via per far capire e notare che le donne ci sono, e sanno dare e fare tanto. Lo scopo? Formare nuove professioniste nell’ambito digitale e/o di aiutare colore le quali hanno già un’attività o sono libere professioniste con la necessità di formazione ed aggiornamento continuo. Dalle nuove frontiere digitali di autopromozione, al marketing aziendale, passando dal time management per arrivare agli strumenti Google per le aziende al content marketing e al personal branding, ogni strumento utile sarà messo a disposizione di tutte quelle donne che vogliono scommettere su loro stesse ma che non sanno bene come farlo. Una squadra di imprenditrici, professioniste ma allo stesso tempo mamme e donne scende in campo per dimostrare che tutto è possibile. Basta volerlo.

Come riesci ad aiutare le donne dalle mille paure?

Col sorriso. E con la formazione. Le giuste conoscenze tecniche e non, un abbraccio quando serve ma anche il tono fermo di tanto in tanto. Noi donne siamo piene di paure, ma abbiamo tanta tanta forza e se qualcuno ci indica la giusta strada in un momento di sconforto, facciamo grandi cose. Sono molto fiduciosa. Sa qual è il momento più bello del mio percorso con un cliente? Quando prendono il bagaglio che abbiamo costruito insieme e mi salutano, perché sanno di potercela fare anche da soli. Per me, è la soddisfazione più grande.

Lavori anche con grandi aziende della comunicazione, come Google e C., come sei riuscita a farti strada in questo mondo e quali ruoli ricopri?

Ho collaborato con alcune aziende per farmi le ossa e riuscire a muovermi in autonomia, offrendo sempre il meglio a coloro i quali si affidano a me, ma rimango una libera professionista. Per Google sono Community Manager: gestisco la community rosa del colosso di Mountain View e porto avanti anche lì la filosofia di inclusività e promozione del lavoro tecnico femminile. Il mio percorso per arrivare dove sono è fatto di dedizione ed impegno, studio costante e forza di volontà. Davvero, è tutto qua.

Il Digitale ha rivoluzionato il business mondiale, perchè è riuscito, relativamente in poco tempo, ad abbattere il “vecchio analogico”. Ci spieghi la differenza delle due cose?

Beh, il digitale è paragonabile ad una Maserati, l’analogico uno splendida Fiat Regata. Con il digitale tutto scorre più rapidamente e gli aspetti positivi sono innumerevoli: dalle notizie in tempo reale ad un incremento del business che senza i nuovi strumenti difficilmente si registrerebbero.

Tu sei una donna che ama organizzare le strategie più sofisticate sia nel turismo sia nella complessa struttura aziendale, ma qual’è l’obiettivo della vittoria?

Aumentare la ricchezza per pochi o aiutare che essa possa essere goduta anche da molti. Il mio obiettivo è quello di dimostrare che la Sicilia può vivere di turismo. Se impariamo a lavorare insieme, seguendo basilari regole e con tanto impegno, possiamo goderne tutti. Ma abbiamo bisogno di regole. Cosa che, ad oggi, manca nella cultura di massa.

Che ne pensi della povertà che avanza? E che cos’è per te la felicità?

La povertà che avanza è una cicatrice che dobbiamo sanare. Passeggiare in centro è un supplizio, per me. Il pensiero di quello che può essere fatto, se si lotta, ma non viene fatto per non so bene quale ragione, mi fa rabbrividire – mi è assolutamente incomprensibile. La felicità, per me, è il sorriso di chi ho accanto, Filippo, e di tutte le persone che – nel mio piccolo – riesco ad aiutare. Sono i miei amici più cari, che sempre mi sostengono e mi incoraggiano. Sono le mamme che crescono i loro figli senza un partner. Chi ha due lavori ed una tesi scritta di notte e la forza di sognare ancora. La felicità è mia madre, che mi ha reso una donna forte.

Sei anche una event planner, come riesci ad importi in un mercato molto stratificato?

Il segreto sta nell’individuare la giusta nicchia e battere il chiodo fino allo sfinimento, con professionalità e continuità. Negli eventi, come in tutto il resto. Una banalissima strategia di marketing che funziona sempre.

Ti interessi anche di volontariato, come e dove attivi questa tua voglia di essere utile agli altri?

Case di cura, ospedali, corsi di formazione pro bono. Sono piccoli gesti che possono fare molto. Dovremmo farne di più e più spesso.

Lascia un messaggio ai giovani che ti leggono nel nostro Portale positivo. Cosa ne pensi della nostra idea editoriale, in tutta sincerità?

Ai giovani di oggi dico di studiare e non arrendersi, mai. Anche quando sembra che le cose non si risolleveranno. Credete in voi stessi e gli altri crederanno in voi. Come diceva Karol Wojtyla, ‘prendete la vostra vita e fatene un miracolo’. Io non posso non appoggiare uno strumento divulgativo come il vostro, perché riuscite a dare spazio a coloro i quali possono fare tanto, per tutti noi. Quindi grazie per l’impegno profuso. Grazie di cuore.

Guarda il video.



Like it? Share with your friends!

37SHARES
2
37SHARES shares, 2 points
What's Your Reaction?
SARCASTICO! SARCASTICO!
0
SARCASTICO!
DELIZIOSO! DELIZIOSO!
0
DELIZIOSO!
LOVE!!! LOVE!!!
0
LOVE!!!
OMG!!! OMG!!!
0
OMG!!!
PAURA!!! PAURA!!!
0
PAURA!!!
LOL! LOL!
0
LOL!
FUNNY! FUNNY!
0
FUNNY!
WIN! WIN!
0
WIN!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Intervista ad ANNA FUOTI … il digitale a portata di mano!

log in

Don't have an account?
sign up

reset password

Back to
log in

sign up

Captcha!
Back to
log in