Giuseppe Manna fa rinascere la coltivazione del riso in Sicilia


DSCN2474

P1060127Enna- Il sogno di Giuseppe Manna, agricoltore di Leonforte, in provincia di Enna, era quello di far “rinascere” nella sua terra un “Riso siciliano”. Furono ancora una volta gli Arabi ad introdurre il riso in Europa passando proprio dalla Sicilia. Esso è alla base di moltissime ricette siciliane della tradizione, tra tutte gli arancini, il timballo e i sartù, le zeppole.

Successivamente, a causa di peripezie storiche, si dovette abbandonare questa coltivazione. 

Manna, da sempre impegnato a valorizzare i prodotti della sua terra, ha voluto dar vita così all’“Arborio di Sicilia”. Per far ciò ha utilizzato  un florido appezzamento di dieci ettari ubicato in contrada Pirato nell’agro di Leonforte, provincia di Enna, con una terra ottimale per questa coltura. I terreni sono lambiti dal fiume Criso. Si è ricorsi alla diga del Lago Nicoletti. Condizione ideali dunque per i potenziali dieci ettari di terreno di proprietà del Manna che ha sostituito le coltivazioni a frutteto, fra cachi e la pregiatissima pesca di Leonforte, per piantare il  “riso siciliano”.

Una scommessa nata, quasi per caso, nel 2009 e oggi, vinta! Giuseppe Manna comodamente seduto sulla poltrona di casa sua davanti alla tv, fu ammaliato dalle parole di Carmelo Floridia, chef della Locanda Gulfi, a Chiaramonte Gulfi (RG), che in un’intervista rilasciata ai microfoni del Tg3, descriveva una sua ricetta a base di riso, lamentandosi del fatto che in Sicilia scarseggiasse. Le risaie sono infatti diffuse al nord Italia.

Nel mese di Giugno 2010, Manna provvedette a realizzare un piccolissimo campo sperimentale, in collaborazione con la facoltà di Scienze agrarie dell’Università di Catania. Ovviamente nel frattempo Manna e alcuni suoi collaboratori si adoperarono nella ricerca di qualche antica varietà coltivata in Sicilia ma trattandosi di una pianta annuale, che non veniva coltivata da diversi decenni, non riuscirono a trovare nulla. Nonostante ciò, non si arresero e continuarono la loro ricerca.  Nel 2011, è stato raccolto e commercializzato il primo riso siciliano dopo circa 100 anni. In data 31/05/2011 Giuseppe Manna e i sioi collaboratori riuscirono a seminare un campo di circa 2200 mq,  dal quale ricavarono modici quintali di riso. Da lì si avviò il loro sogno, riuscendo a produrre varietà Arborio e Carnaroli e a commercializzare il primo riso siciliano.

Una passione condivisa con suoi figli Melania ed Angelo, quest’ultimo laureato in agraria, che insieme lavorano nell’azienda agricola di famiglia Agrirape, che tra riso, lenticchie nere, fave e pesche produce e commercializza il meglio della gastronomia siciliana. Il nome dell’azienda deriva dal nome dell’antico feudo, appartenuto ai baroni Giaconìa di Mistretta.

 

Grazie al favore dei consumatori e dei nostri clienti, continuiamo la nostra battaglia per la salvaguardia della biodiversità e per la valorizzazione di quelli che sono stati definiti  “gioielli delle colline ennesi” nonché dell’agricoltura italiana.

L’azienda è stata premiata come miglior azienda conserviera siciliana, con il premio “Best in Sicily” 2013 e partecipa ad importanti manifestazioni ed esposizioni, con successo.

Così la Sicilia è tornata ad avere il riso!


What's Your Reaction?
SARCASTICO! SARCASTICO!
0
SARCASTICO!
DELIZIOSO! DELIZIOSO!
0
DELIZIOSO!
LOVE!!! LOVE!!!
2
LOVE!!!
OMG!!! OMG!!!
0
OMG!!!
PAURA!!! PAURA!!!
0
PAURA!!!
LOL! LOL!
0
LOL!
FUNNY! FUNNY!
0
FUNNY!
WIN! WIN!
0
WIN!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Giuseppe Manna fa rinascere la coltivazione del riso in Sicilia

log in

Don't have an account?
sign up

reset password

Back to
log in

sign up

Captcha!
Back to
log in